E’ stata un’edizione molto diversa dalle precedenti, certamente condizionata dall’emergenza Covid, ma non per questo il Ratataplan 2020 ha disatteso le aspettative, a cominciare dal debutto, con la Bandragola Orkestar che alle 20 di venerdì 17 ha animato la Regione Fabbriche con atmosfere jazz, folk, klezmer e sonorità di musica balcanica e bandistica con composizioni originali arricchite da uno stile unico e travolgente.

Sempre venerdì il festival è proseguito con Verònica Gònzàles, argentina di Buenos Aires,  artista straordinaria con due piedi …  speciali, che si trasformano in buffi personaggi ogni volta che lei li porta verso il cielo. Le sue marionette in carne ed ossa interpretano le più esilaranti storie accompagnate da una ricca colonna sonora mentre si intrecciano scene piene di ritmo, fantasia, poesia e umore. Sempre alle 21, ma in Piazza G.Sella – Caffetteria La Piazzetta – Bar Ristorante Malvarosa, sono andate in scena le acrobazie e i virtuosismi aerei  delle sorelle Giorgia e Valeria, in una gara di simpatia e poesia sospesa nel vuoto, agganciate a tessuti ed amache volanti colorate, poi ripetute alle 23 in un secondo show.

Alle 22, in parallelo, ma in due luoghi distinti del paese, viaggio nel Teatro Canzone di Enzo Jannacci. Show Comico Musicale, arguto e brillante del “Duo Nebbia” e, dopo i successi televisivi di Zelig Circus e la collaborazione con il grande trasformista Arturo Brachetti, i Lucchettino hanno presentano uno show esplosivo: le gang più esilaranti e gli effetti magici più deliranti proposti in vent’anni di carriera.

Sabato 18 luglio l’apertura è stata nuovamente affidata alla Bandragola Orkester, che ha curato anche la chiusura dell’evento, oltre a suonare in modo itinerante nel corso della serata. Alle 21 nuovamente doppio spettacolo: da una parte Verònica Gònzàles ha replicato il suo teatro dei piedi con: “C’era una volta un piede” mentre in piazza Sella i Rasoterra hanno presentato lo spettacolo circense “Boa”. “A caccia della felicità si può correre tutta la vita senza mai raggiungerla – dicono -, e forse è dietro l’angolo”. In altre parole come trovare l’equilibrio fra l’accontentarsi di ciò che si ha e il perseguire i propri sogni. uno spettacolo nato per generare l’ottimismo. Alle 22 anche i Lucchettino sono andati in replica con il loro spettacolo mentre alle 23 è andato in scena: “Municipio Sospeso” con grande spettacolo di luci e coreografie aeree dall’edificio della Casa Comunale con i giochi di luce di Ohm Service.

Ratataplan si aggiorna così al 2021, con l’augurio di poter organizzare un’edizione nuovamente speciale, lunga e ricca di appuntamenti.